Dintorni

Ci troviamo nel Cuore del Veneto: intorno a noi potrete trovare Asolo, Valdobbiadene, Bassano del Grappa e altri piccoli gioielli ricchi di Storia, Arte e Sapori.

L’Agriturismo Villa Serena è la scelta ideale per chi si reca a Montebelluna e dintorni per motivi di business ma anche per chi desidera passare dei momenti di relax in famiglia o in coppia, immersi nel verde della campagna e vicini a numerose città d’arte. La nostra struttura rappresenta la base ideale per chi desidera visitare la zona pedemontana collinare veneta, ricchissima dal punto di vista storico culturale, e per gli amanti dei percorsi enogastronomici offerti dalla nostra bellissima regione.

La nostra cittadina, Montebelluna, è situata in collina, a 109 metri sul livello del mare. Capitale mondiale della calzatura sportiva, propone fra le curiosità da visitare il “Museo dello Scarpone“. Nei dintorni della struttura potrete trovare numerose cittadine che vale la pena visitare per la loro storia e bellezza (Asolo, Castelfranco Veneto, Possagno, Bassano del Grappa, Valdobbiadene, Conegliano). Siamo situati in posizione strategica per raggiungere anche l’inimitabile laguna di Venezia e l’affascinante centro storico di Treviso.

Il Montello fra Natura e ricordi della Grande Guerra

Il “monticellus” è un luogo davvero singolare, che profuma di erbe e piante selvatiche. Utilizzato un tempo dalla Serenissima come riserva boschiva per le proprie navi, è stato teatro finale della Prima Guerra Mondiale, di cui conserva importanti testimonianze, monumenti e cimeli.

La città-gioiello di Asolo che ispirava gli Artisti

Asolo è un piccolo gioiello, musa indiscussa di artisti di ogni epoca, fin dai tempi della Regina Cornaro.
La “città dai cento orizzonti” (così amava definirla Giosuè Carducci) è oggi considerata uno dei luoghi più belli del mondo, con le sue piccole piazze e scorci con viste panoramiche mozzafiato.

Maser e Possagno valorizzate dal Palladio e dal Canova

Un itinerario ricco di opportunità, nella pianura “dei cento campanili” fra le colline asolane e il Monte Grappa. Immergendosi nella natura ricca di boschi e di alberi da frutta potrete ammirare come grandi artisti di diverse epoche, da Andrea Palladio ad Antonio Canova fino a Carlo Scarpa.

Castelfranco Veneto e il Giorgione

Castelfranco è la città del Giorgione, straordinario artista del rinascimento veneto, celebre per tele di ineguagliabile bellezza, dalla Pala (esposta all’interno del Duomo) alla Tempesta.
Il centro del castello presente a Castelfranco Veneto è un vero e proprio scrigno artistico che raccoglie molteplici e significativi stili architettonici, da quelli d’impronta medievale fino agli edifici di matrice settecentesca.

Treviso tra le acque dei suoi Canali

Come una piccola perla che nulla ha da invidiare alla vicina Venezia, la città di Treviso regala ai suoi visitatori dei bellissimi scorci tra canali e portici. L’urbs picta è ricca di palazzi affrescati e testimonianze che vanno dal Medioevo al Sedicesimo secolo. Dopo aver varcato le mura che la circondano con il fiume Sile, è piacevole passeggiare tra locali storici, mulini e salici piangenti. L’isola della Pescheria, dove si svolge il mercato del pesce, è la rappresentazione più nitida dell’intreccio fra la città “gloriosa et amorosa” e le sue acque.

Vittorio Veneto e la Battaglia Finale della Grande Guerra

Vittorio Veneto è la città dove il 4 novembre 1918 si è conclusa la prima guerra mondiale. Di questo importante evento conserva vari segni oltre alle collezioni di armi, telefoni da campo e documenti scritti, cartine, giornali e manifesti propagandistici,  tutti conservati all’interno del Museo della Battaglia.

Un tuffo nei Sapori del Territorio

Legata alle tradizioni rurali e alla cultura popolare, la cucina trevigiana esalta con sapienza i prodotti della sua terra: dal rinomato Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco agli Asparagi di Cimadolmo; dai Formaggi freschi e di montagna ai Funghi ed erbe spontanee. Un grande canestro di prodotti tipici da gustare con i Vini della Provincia: il Prosecco DOCG di Conegliano-Valdobbiadene, i bianchi vigorosi (Chardonnay, Pinot) e rossi corposi (Merlot, Cabernet) del Piave, del Montello e Colli Asolani.

Il Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene DOCG

Tra Conegliano e Valdobbiadene si estende la Strada del Prosecco, la zona di produzione Docg che comprende 15 comuni e circa 5.000 ettari di vigneto situati fra dolci colline, di tanto in tanto intervallate da antiche abbazie, alberi secolari e casolari rustici.

prosecco

Lungo il percorso, oltre alla bellezza di un panorama unico nel suo genere, potrete gustare in tipiche osterie le fragranze del Vino della modernità per eccellenza, nelle tipologie Spumante (la più nota) ma anche Frizzante e Tranquillo e nelle versioni Brut, Extra Dry e Dry, che si distinguono per il residuo zuccherino. Assolutamente da provare sono anche le caratteristiche tipologie “Rive” e “Superiore di Cartizze” seguite dalle produzioni dell’area DOCG di Asolo.

Gli Asparagi Bianchi di Cimadolmo

Da provare anche gli Asparagi bianchi di Cimadolmo, vanto della cucina trevigiana, da accostare al buon vino Raboso del Piave, della vicina Oderzo (una delle più importanti e floride città del nord-est durante il periodo romano, ricca di reperti archeologici).

Il Radicchio Rosso IGP

Il Radicchio Rosso di Treviso, il re della tradizione gastronomica della Marca assieme al radicchio variegato di Castelfranco Veneto, viene coltivato e lavorato nella zona della bassa trevigiana, dove la tradizione vuole sia nato. Dai ristoranti viene proposto e gustato “a tutto campo” e nelle diverse ricette che l’hanno reso celebre nel mondo.

Le Ciliegie e l’Olio dell’asolano

Nelle splendide colline dell’asolano, beneficiate dal clima mite e da un terreno particolarmente fertile si producono dell’olio eccellente e le famose ciliegie di Maser. Gli ulivi centenari e i ciliegi in fiore regalano a questo territorio una bellezza unica nel suo genere.

I Formaggi della Pedemontana

Le terre della Pedemontana si distinguono per la produzione di superbi formaggi. Dall’Inbriago, ricoperto di morbide vinacce dei vigneti rossi locali, al Morlacco, che prende il suo tipico sapore dalla flora ricca e varia degli alpeggi del Grappa. Nella Marca si produce inoltre la Casatella trevigiana, famosa per la sua cremosità.

Le Erbe spontanee del Montello

La zona del Montello, ma non solo, si contraddistingue per la varietà di erbette – dal luppolo al tarassaco fino all’ortica selvatica – che crescono spontanee nei boschi e i prati e che danno colore e gusti unici ai piatti serviti nei locali tipici.

La Grappa di Bassano

Proprio all’inizio di Ponte Vecchio viene prodotta la grappa più buona d’Italia. La tradizione gastronomica di Bassano è legata anche alla preparazione di prodotti tipici come gli asparagi e il baccalà che, assieme alla famosa Grapperia Nardini e alle Distillerie Poli sono l’orgoglio della città.